Potabilizzare l’acqua

La tecnologia spaziale ha introdotto nel nostro vivere quotidiano oggetti grandi e piccoli, tutti ugualmente utili. La NASA ha svolto ricerche per riciclare i liquidi sulle navicelle spaziali: da questi studi sono usciti strumenti utilizzabili da chiunque. Sfruttando il brevetto varie case producono strumenti di depurazione di varie dimensioni, peso e… costo. Denominatore comune: il divieto di usarli con l’acqua salmastra che li danneggia irrimediabilmente.

L’acqua della fontana o della sorgente sembra pulita ma si teme una contaminazione batterica? Si può ricorrere a sostanze chimiche. La più classica è l’Amuchina (fornita in bottigliette prive di contagocce), sicuramente un ottimo disinfettante per le stoviglie, ma che lascia un tremendo sapore di cloro, lo stesso dicasi per lo Steridrolo venduto in pastiglie. Per evitare dolori di stomaco da troppo cloro il disinfettante ideale è il Micropur. Elimina i batteri dall’acqua potabile e permette una sua sana conservazione nei serbatoi di qualsiasi dimensione, viene infatti fornito in pastiglie, bustine e gocce adatte ad una borraccia da un litro, per una tanica da 25 litri od un serbatoio da 100 litri.

katadyn_micropur_forte

Il Micropur agisce in due ore. È assolutamente insapore e senza pericolo per le persone, anche se erroneamente venisse aumentata la dose, poiché è senza cloro né iodio. Ma spesso non solo occorre disinfettare, bisogna anche eliminare corpuscoli in sospensione ed il Micropur purtroppo non leva le impurità. È bene allora ricorre ai filtri frutto delle ricerche NASA.

Nel filtro potabilizzatore H2OK viene usato come materiale filtrante l’Hygene, un carbone oligodinamico che elimina totalmente i diversi agenti contaminanti e lascia tuttavia passare i sali minerali, essenziali per l’organismo.

L’H2OK è superiore ai normali filtri a carbone (o carbone attivato) che si limitano ad una semplice azione meccanica e che a lungo usati diventano essi stessi fonte di inquinamento. La sua forma è quella di un comodo bicchierone bianco ed è prodotto in due modelli. Il più piccolo e maneggevole, il Traveller, fornisce oltre 4000 litri, più che sufficienti per un anno di attività. L’efficacia del potabilizzatore può essere aumentata in condizioni di estrema emergenza di fronte ad acqua inquinata e sporca con le pastiglie di Micropur.

È ormai prassi abituale dei più esperti viaggiatori filtrare l’acqua in un contenitore e poi lasciare agire il Micropur. L’operazione può sembrare lunga e monotona poiché si filtra un litro d’acqua in circa otto minuti ma è sicuramente un’operazione necessaria in alcune situazioni.

 

Comments are closed.